lunedì 25 dicembre 2006

A Natale tutto è possibile

A Natale tutto è possibile (USA, 1999)
Titolo originale A Season for Miracles
di Michael Pressman -
con Carla Gugino, Kathy Baker, Laura Dern, Patty Duke
genere Commedia

A Natale tutto è possibile film

A Natale tutto è possibile film

Ci sono 2 bimbi meravigliosi in una situazione difficile. La zia di questi non li abbandona e vuole prendersi cura di loro, e inizia un viaggio in macchina per lasciare la città .
Il titolo in inglese è "the season of miracles": il film racconta di giorni pieni di magia vissuti da 2 bambini con la loro zia, che si fermano in un paese.
Emilie non si tira indietro quando sua sorella Berry ha avuto bisogno del suo aiuto. Emilie è disperata perché un'assistente sociale, intende dare in affidamento i nipoti. Alla fine Emilie per il bene dei bambini e in accordo con la sorella, decide di caricare i bambini sulla sua vecchia auto e di prendere il largo, allontanandosi dalla sua città. Emilie fa di tutto per rassicurare i bambini, anche se non ha idea di cosa fare. A Natale tutto è possibile filmA Natale tutto è possibile film

Durante il viaggio l'automobile si spegne, rimangono pochi soldi, non sanno dove passare la notte: cenano in un piccolo ristrante dove la cameriera Angel, dà loro una mano: c'è una piazza con al centro una statua di un angelo, lì c'è una vecchia casa disabitata ormai da tanti anni. Per necessità Emilie e i nipotini trovano un posto caldo per la notte seguendo le indicazioni provvidenziali della cameriera. Il mattino dopo suonano alla porta 2 arzille simpatiche vecchiette, vicine di casa, che vedendo la casa abitata, credono che Emilie sia la nipote della padrona di casa, che ormai non vedono da tanti anni.
L'automobile di Emilie è da riparare, così zia e nipotini sono costrette a rimanere approfittando dell'equivoco delle due arzille vicine di casa.

A Natale tutto è possibile film"Non lo sapete ma gli angeli sono dappertutto", la giovane zia e i 2 bimbi vengono aiutati a stare insieme, sempre nei momenti giusti...fino a che la vigilia di Natale.....

Una zia che per amore dei 2 nipotini è pronta a fare qualsiasi cosa. Una ragazza coraggiosa che vuole costruire un futuro felice per i nipotini. Una bambina che non crede più ai sogni, e grazie a questo magico natale ritroverà la speranza e la gioia.

-Tutto è possibile. Nei libri tutto è possibile. In questo
libro accadono le cose che sembravano impossibili.
....
-é il più bel libro che ho mai letto.
-E ne leggerai molti altri......

A Natale tutto è possibile film

A Natale tutto è possibile film

Una bella storia, che si snoda fra le necessità quotidiane, i preparativi del Natale e la magia .
Un film per le famiglie e per i bambini, lo consiglio a tutte le "zie".
Certo il finale è quello che è: ma a me piace tanto il personaggio della giovane zia Emilie. Il film mi piace per il coraggio di questa ragazza che vuole solo il bene dei nipoti, per l'equivoco che si crea durante il momento di difficoltà e di come tutto si sistema; per lo stato di necessità in cui si trovano la zia e i suoi nipotini, per come riescono a sistemate tutto proprio perchè "a Natale tutto è possibile".A Natale tutto è possibile filmA Natale tutto è possibile film

I sogni si possono avverare, bisogna credere nei propri sogni: ma come fa la zia di questa storia, bisogna avere coraggio e fare la cosa che ti sembra GIUSTA, anche se per gli altri vai in direzione ostinata e contraria.
A Natale tutto è possibile filmA Natale tutto è possibile film

1 commenti:

dalton ha detto...

Salve, cara signorina Nany. E' il Dr. House che le parla. Sono costretto a darle una spiacevole notizia: non sono stato io ad averle diagnosticato tutte quelle belle cose che lei, tempo fa, in un post a me dedicato, ha attribuito alla mia voce. No, non oserei mai offendere in tal maniera una donna ... senza che ci sia stato almeno un primo appuntamento, eh eh eh. L'unica prognosi che continuo ad osservare sussite nel continuo negare di ammettere il suo splendore, degno del più favoloso panorama naturale. E la prego di scusarmi se, usando tali termini, sembro più Flavio Insinna che Gregory House. Sarà il periodo natalizio ad influenzarmi: i tre fantasmi del tempo sono già passati, alla fine del viaggio Scrooge ha voglia di scrollarsi gli abiti da vecchio avaro ed ha voglia di consegnare i doni a tutti coloro che lo hanno circondato. Infatti, la invito a dare un'occhiata al sito in cui ci siamo conosciuti (il mio attuale ambulatorio) e scoprirà che nell'ultima operazione/playlist che ho compiuto, è già pronto un omaggio per molti. Lei inclusa. Non si stupisca se, per quel poco che la conosco, le dedico tutta questa ricchezza interiore e questo tempo. Probabilmente se lo merita ... Un tempo, quando rivedevo "Colazione da Tiffany", mi veniva a mente quando al Tiffany's di New York c'ero stato sul serio: l'ultima volta che ho visto la pellicola, invece, immaginavo che fosse lei ad intonare "Moon river". Beh, è a questo punto che alcune persone troncano la corrispondenza con me, reputandomi folle o invadente. PERCIO' NON MI RESTA CHE AUGURARE BUONE FESTE A LEI E ALLE PERSONE CHE AMA (questa è la medicina più buona); come cura, la avverto che nutrirsi di musica fa bene allo spirito, ma la panza si ribellerebbe; nel frattempo, mantengo la speranza che anche questo mio ultimo intervento sia riusciuto ...